Potresti non conoscere il nome, ma Arsys è un provider di hosting di siti Web spagnolo che ha partecipato allo sviluppo della prima piattaforma europea di cloud hosting e ora ha oltre 266.000 clienti in tutto il mondo.

 

 

La compagnia Arsys

La società ha una vasta gamma di prodotti che coprono quasi tutto ciò di cui potresti aver bisogno: registrazione del dominio, hosting condiviso, prodotti cloud, hosting di applicazioni, creazione di siti Web e piani di e-commerce, server virtuali, dedicati e cloud e server pubblici e privati ​​di fascia alta. schemi cloud.

 

Piani di Arsys

Il piano Basic Hosting Professional lo limita a un database MySQL da 1 GB, che potrebbe rappresentare un problema per alcuni utenti. C’è un problema ancora più significativo nel massimo di cinque account e-mail, sebbene ottengano almeno 6 GB per casella di posta. I prezzi partono da quello che sembra un attraente € 3 al mese per il primo anno, anche se al rinnovo salgono a un prezzo più costoso di € 6,90.

Il piano di hosting avanzato offre 50 GB di spazio Web, 50 account e-mail e fino a 50 database MySQL, oltre a supportare l’hosting Windows. Ancora una volta, ha un prezzo ragionevole per il primo anno a soli € 4 al mese, ma sembra costoso al rinnovo a € 14,90.

Il piano di hosting illimitato di fascia alta offre spazio Web e database illimitati, 250 account e-mail e aggiunge un certificato SSL di base al mix. Ha un prezzo basso di € 5 al mese per il primo anno, ma quello passa a un non realistico € 29,90 dopo. In confronto, l’account rivale 1 & 1 Pro include e-mail illimitate, un jolly SSL, SiteLock Basic per rilevare malware e CDN integrato per aumentare le velocità, ma costa solo ($ 9,23) al mese per il primo anno, € 13.20 dopo quello.

 

Un sito Web ostile

Anche il sito web di Arsys non ha favorito la società, poiché abbiamo notato diversi errori imbarazzanti. Alcuni erano errori di ortografia banali (il piano Professional è scritto “Professional” e “Professional” nella stessa pagina) e ci sono molti problemi di traduzione generali, ma alcuni problemi più fondamentali con le descrizioni dei prodotti (l’elenco delle funzionalità per il sommario dice che il piano professionale non supporta i database, la tabella comparativa dice che ne hai uno).

Chiunque può commettere errori, ma questi sono piuttosto semplici. Ci danno l’impressione di un’azienda che non è focalizzata sui dettagli o che verifica adeguatamente ciò che sta facendo, e ci chiediamo cos’altro avrebbe potuto andare storto.

 

Impostazioni dell ‘account

Non ci è voluto molto per trovare il prossimo problema sul sito web. Basta un clic sul pulsante Acquista dell’hosting e, tra il riepilogo in inglese del nostro prodotto, il sito web ci ha detto che “Offerta: sconto il primo anno (€ 6,9 / mese ora € 3 / mese) + Dominio gratuito” . Non è necessario leggere lo spagnolo per rendersi conto che questo descrive l’offerta di matricola e il dominio gratuito, ma i clienti di lingua inglese non dovrebbero decifrare le descrizioni dei prodotti; Innanzitutto, devono essere tradotti correttamente.

Il processo di acquisto ha avuto più problemi, a partire da una richiesta per noi di inserire il nostro “Identificazione fiscale”. Se non sei in Spagna, il sito web suggerisce di inserire il tuo “DNI o numero di passaporto”. Ciò non ci piaceva davvero, non volevamo fornire quel livello di dettagli personali per un semplice pacchetto di hosting condiviso, ma per fortuna non era necessario. Abbiamo provato a inserire QWE123456 e il sito Web lo ha accettato senza esitazione.

Processo di acquisto migliorabile

C’era più goffaggine legate al paese quando si inserivano i nostri dati di contatto. Il modulo Indirizzo aveva uno spazio per inserire un codice postale, ma una volta selezionato il Regno Unito come nostro paese, è diventato grigio. Allo stesso modo, per gli utenti statunitensi. Stati Uniti d’America Il tuo codice postale non è richiesto. Non riusciamo a ricordare l’ultima volta che ci siamo registrati per un servizio web che non è riuscito a prendere il nostro indirizzo completo, ma questo semplice compito sembrava al di là di Arsys.

Infine, siamo arrivati ​​alla schermata Pagamento, dove ci è stato chiesto di consegnare i dettagli della nostra carta di credito o di impostare un bonifico bancario. Non esiste supporto PayPal, che è generalmente la nostra opzione preferita, in quanto è più semplice interrompere i pagamenti di abbonamento. Abbiamo fatto clic sul collegamento “Termini e condizioni del servizio” per cercare possibili lacune, ma non solo è stato ridicolmente lungo con oltre 10.000 parole, ma è stato scritto in spagnolo.

Abbiamo continuato comunque, inserendo i dati della nostra carta di credito e osservando come sono stati elaborati come al solito. Il sito Web ci ha reindirizzato a una pagina Web in cui ci è stato comunicato che il nostro account era stato attivato fare e sarebbe presto disponibile.

Creazione di un sito su Arsys

Arsys non ha perso tempo a creare il nostro account e pochi istanti dopo aver effettuato il pagamento immediatamente, è arrivata un’email con i dettagli del prodotto. Questi includevano quella che descriveva la nostra “password”, in modo confuso, ma ci stavamo abituando ai messaggi in più lingue e il contesto ci diceva che questa era la nostra password di accesso.

Abbiamo utilizzato la nostra password per accedere alla console Web di Arsys e in pochi clic abbiamo esaminato il pannello di controllo del sito Web personalizzato dell’azienda. Sembrava un po ‘cPanel, piccole icone per compiti comuni, organizzate in categorie, ma aveva solo una piccola parte delle funzioni di cPanel.

Non troverai un costruttore di siti web incluso, ad esempio, e diversamente dalla maggior parte della concorrenza di hosting, non ci sono Softaculous per una facile installazione di WordPress o altre app con un clic. Arsys offre il costruttore e l’hosting di siti Web WordPress, ma solo attraverso piani separati.

Dovrai creare il tuo sito web offline o installare tu stesso qualcosa come WordPress. L’abbonamento professionale fornisce un unico piano FTP per aiutarti, oppure puoi gestire i file dal tuo browser tramite WebFTP.

Tutto è molto semplice e anche le pochissime icone dall’aspetto interessante perdono il loro fascino facendo clic su di esse. C’è un’icona di Kaspersky nella sezione Email, ad esempio, ma è solo una prova di 90 giorni del filtro antispam di Kaspersky, non c’è niente incluso nel tuo piano.

 

Un pannello di controllo di base

Abbiamo provato a creare un account e-mail e abbiamo notato un altro problema con le password Arsys: non supportano i simboli. Ciò non solo li rende meno sicuri, ma significa anche che qualsiasi gestore di password che stai utilizzando, come Dashlane, potrebbe non generare immediatamente password che puoi utilizzare. Puoi evitarlo, ma è difficile capire perché dovrebbe essere necessario: queste sono le basi del web, non la scienza missilistica.

Altri problemi sono arrivati ​​dopo, questa volta con l’arrivo inaspettato di una seconda e-mail da parte di Arsys. Ecco il testo chiave, completamente inedito.

“Durante il processo di attivazione del client Arsys, verifichiamo che sei una pubblica amministrazione. E, secondo la Legge 25/2013 del 27 dicembre, potrebbe essere richiesto di ricevere fatture elettroniche.

“In tal caso, è necessario fornirci le informazioni necessarie per poter emettere fatture elettroniche: informazioni di contatto, versione di Facturae, centri amministrativi o tipi di funzioni.”

Non siamo una “pubblica amministrazione”, abbiamo dovuto utilizzare Google per scoprire cos’è una “versione di Facturae” (un formato di fatturazione elettronica) e non avevamo idea di quali “tipi di ruoli” potremmo avere bisogno di inserire. Dato che si trattava di una recensione a breve termine, per ora potremmo ignorare l’e-mail, ma un cliente reale potrebbe essere preoccupato per questo e perdere chi sa per quanto tempo inviando un’e-mail all’azienda per scoprire esattamente di cosa stanno parlando.

Prestazioni di supporto Arsys

Il supporto è un ingrediente chiave di ogni buon pacchetto di hosting, quindi eravamo interessati a vedere cosa poteva offrire Arsys.

Il sito web ha una sorta di knowledge base, ma è molto deludente. Gli articoli sono generalmente di base, a volte con collegamenti interrotti o riferimenti a opzioni che non esistono nell’interfaccia. Altri consigli sono molto obsoleti, inclusa la menzione del download di Outlook 2007 (l’interfaccia e-mail guadagna più punti bonus nostalgia con una menzione di Outlook Express 6). Oh, e non c’è nemmeno un motore di ricerca che ti aiuti a trovare ciò di cui hai bisogno.

La nostra e-mail di benvenuto aveva un collegamento a una guida rapida per PDF; Sarebbe d’aiuto? No, e puoi indovinarne il motivo: era in spagnolo.

Arsys offre supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7, via e-mail, e questo è un bonus di benvenuto. Non c’è modo di essere sicuri di come funzionerà a lungo termine, ma abbiamo testato una semplice query sul prodotto e ottenuto una risposta accurata in pochi minuti.

Abbiamo completato la recensione con alcuni test delle prestazioni e hanno più o meno prodotto i risultati previsti. Arsys non batterà i record di velocità, ma anche le prestazioni non erano male e dovrebbe esserci più che sufficiente potenza per la maggior parte dei piccoli siti Web.

Verdetto finale

Arsys ha una discreta gamma di prodotti, ma sono troppo costosi per quello che ottieni e il sito Web spesso imbarazzante della società e gli errori procedurali rendono il servizio impossibile da consigliare.